Maximiniature


Vai ai contenuti

TASK FORCE

WARGAME

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - [ PAG 8 ]

CADERE A TERRA IN PANICO

Quando si è sotto fuoco nemico si fa di tutto per sottrarsi alle pioggia di piombo e il primo istinto naturalmente è buttarsi subito a terra, infatti una recluta, che nella fase di fuoco o fuoco di reazione, viene colpita e si salva con il tiro salvezza, automaticamente cadrà a terra in panico (Una sorta di copertura improvvisata per paura di non prendersi altri colpi),.
Un addestrato dovrà essere colpito almeno 2 volte e aver superato 2 TS prima di cadere a terra in panico.
Un veterano dovrà essere colpito almeno 3 volte e aver superato 3 TS prima di andare a terra in panico.

Esempio:
Un marine addestrato riceve 3 colpi da una SMG nemica, chi spara tira 3D6 con i seguenti risultati 1, 4, 6, due colpi vanno a segno. Il marine effettua due tiri salvezza e ottiene 3 e 6, ha avuto fortuna non è stato ferito, però va posizionato a terra in panico (a pancia in giù) in quanto ha ricevuto 2 colpi.

Le miniature a terra in panico si potranno rialzare nel turno successivo nella propria fase ripristino delle unità a terra. Ogni scontro è risolto individualmente uomo contro uomo.

RAFFICA (Spray shot)
Le armi che hanno 2 o più di CdF (cadenza di fuoco) possono fare una raffica o spray (una raffica) su più miniature, massimo 3, che siano distanti non più di 2 cm l'una dall'altra. Sarà poi l'avversario a scegliere quanti colpi assegnare per ogni miniatura.

Esempio:
Una mitragliatrice media (MMG) spara una raffica su 4 miniature addestrate, distanti l'una dall'altra 2 Cm, considerando che l'MMG ah una cadenza di fuoco di 4D6 , il giocatore decide di dare 1 colpo a testa e tira un dado per ciascuna miniatura ottenendo 1, 3, 5, 4, due miniature sono state colpite e dovranno fare i loro tiri salvezza. Se si salvassero non cadrebbero a terra in panico in quanto sono addestrati.

OCCULTAMENTO (usate l'occultamento in maniera opzionale per ora)
Quando sei adiacente ad un muro, dentro una casa, rovine, trincee o un bosco sei è in copertura e fuori dalla linea di vista.
La copertura è uno strumento efficace per ripararsi dai colpi nemici e per occultarsi.
In fase di movimento, se una miniatura rimane ferma in copertura e non spara, non sarà soggetta a fuoco nemico, in quanto risulta nascosta e invisibile.
Le miniature occultate possono camminare massimo di 5 Cm o strisciare per un massimo di 3cm (gli Elite possono camminare di 10cm e strisciare di 5cm) per rimanere nascoste ed invisibili agli occhi del nemico, se si superi questo movimento la miniatura è rilevata, eventualmente usa un segnalino per gli occultati.
Quando sei nascosto, l'avversario non può in nessun modo fare fuoco neanche indiretto, nel luogo di occultamento è come se si perdessero le tracce del nemico.
Solo a 25cm dal nemico, anche se occultati si può avere la consapevolezza del avversario (in pratica si percepiscono rumori) e potrai eventualmente far fuoco indiretto o diretto nell'area sospetta. Anche sparare o muoversi troppo svela il nascondiglio.

COPERTURA
In copertura si è ben riparati dal fuoco nemico ed è molto difficile essere feriti, ma a volte un braccio sporgente o una spalla sfortunatamente possono essere colpiti .
La procedura è semplice: quando spari ad una minitura in copertura effettua i normali tiri per colpire, ma i colpi andati per andare a segno dovranno essere ritirati con un risultato uguale o maggiore della potenza dell'arma (vedi tabella), in caso di successo, la copertura è traforata o sfondata e si effettua il normale tiro salvezza del bersaglio, in caso contrario la copertura ha assorbito i colpi.

Esempio:
Un addestrato è coperto da un muretto e riceve tre colpi (3, 4 e 6), tutti e tre lo raggiungono e lo avrebbero colpito.
Ora tiriamo sulla potenza dell'arma per vedere se i colpi penetrano il muretto, siccome è un SMG deve fare 6, quindi tira i 3 dadi e ottiene 1, 4 e 6: un colpo sfonda il muro e arriva al soldato che a questo punto deve effettuare un TS a 4+.


SPARARE AI FERITI O A SODATI IN PANICO
Per quanto poco sportivo o non convenzionale è possibile sparare anche a feriti o a miniature che si trovano a terra in panico. Ogni volta che fai ad un ferito applica sempre un -1 in quanto la miniatura è sdraiata a terra, per colpo subito il ferito farà un tiro salvezza estremo: con 1-2-3 muore, con 4-5-6 rimane ferito.
Se spari ad una miniatura a terra in panico (sempre con la penalità di -1), per ogni colpo andato a segno effettua un tiro salvezza con -1 sul tiro del dado.

SISTEMI DI PUNTAMENTO
I sistemi di puntamento elettronici moderni, consentono di migliorare molto il rendimento di uno scontro a fuoco in Task Force ecco di seguito le descrizioni di quelli che possono essere montati su varie armi (consulta la tabella dell'equipaggiamento).

OTTICA
L'ottica montata sul fucile, permette di sparare ad ogni miniatura visibile sul campo e non solo alla più vicina. Un cecchino è letale, poiché potrebbe eliminare personaggi importanti nella squadra. L'ottica da un bonus di 20cm in più a qualsiasi gittata, toglie la penalità della scarsa visibilità oltre i 100Cm e in più fa ritirare un solo dado salvezza all'avversario che era andato a buon fine. Chi usa l'ottica in caso di tiro mirato, potrà sparare un solo colpo come CdT.


PUNTAMENTO LASER
Il puntamento laser migliora la precisione di tiro per colpire e permette di effettuare un rilancio di un solo dado che aveva esito negativo. Esempio: una pistola tira 2 dadi per colpire un addestrato e ottiene 1 e 2, non avrebbe colpito ma con il puntatore laser ha la possibilità di rilanciare un dado, in questo modo ha un'occasione in più di colpire.



PUNTAMENTO RED DOT
Il sistema di puntamento red Dot migliora notevolmente la mira dell'arma e non dimezza la Cdt. Le armi che montano questo tipo di puntamento non sono penalizzate nel movimento,
Esempio: un soldato armato di A-RFL che ha CdT 3 quando lo muovi dimezza la sua cadenza da 3 a 2 (sarebbe 1,5 ma per difetto la Cdt diventa 2) ma grazie al red Dot rimane 3.

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - [ PAG 8 ]


Torna ai contenuti | Torna al menu