Maximiniature


Vai ai contenuti

WARGAME

WARGAME

Operation Overlord

Ma passiamo a parlare di modellismo e wargame!

In questo aggiornamento mi dedicherò ad ALZO ZERO il gioco dell'ITALERI ovvero OPERATION OVERLORD che casualmente comprai a Lucca games dopo averne sentito parlare da un amico.
Lo scatolone del gioco è piena di soldatini, 2 carri: uno americano (Lo sherman), uno tedesco (Il Panzer IV)e alcuni simpatici oggetti scenici, tipo sacchi di sabbia casse, cartelli stradali, barili ecc ecc...
Il regolamento di Alzo Zero è ambientato nella seconda guerra mondiale un periodo storico molto recente e drammatico, raffigurato in tutti i modi e rivisitato in tantissimi wargame!
Operation overlord ha un punto di forza che ammiro tantissimo, ovvero è un gioco tutto italiano che timidamente è entrato nei negozi grazie al colosso dell'italeri e che sta piano piano guadagnando strada!
Un'altra cosa che mi piace è la scala adottata, che non è aggressiva e impegnativa come 1/48 (25mm), ne troppo piccola come il 15mm: la scala perfetta e che preferisco 1/72 (20mm), poi i pezzi nelle scatole sono tanti e costano abbastanza poco a differenza del piombo, si trovano in questa scala un'infinità di mezzi, miniature ed accessori! specialmente per la seconda guerra mondiale, la pittura infine può essere dettagliata fino ad un ottimo livello senza troppe esagerazioni perché sarebbero inutili.
Grazie a questo gioco spero che continuino con nuove produzioni di miniature, magari leggermente più mirate ai wargame e che eliminino quei pezzi inutili che troviamo sempre dentro (vedi il soldatino che tira la granata a caso o i tremila soldati sdraiati che sparano al nulla...)




La vecchia copertina del manuale di gioco.
Attualmente il gioco è cambiato e si chiama Operation World War II e potete tovare un'edizione completamnte free a questo link: http://www.alzozero.it/



Alcune mie miniature usate nel gioco

Come funziona il gioco di alzo zero in breve...

Operation overlord (attualmente Operation World War II) è un gioco a mosse alterne impartite da ordini che si estraggono casualmente da un mazzo di carte. Gli ordini hanno una priorità che varia da 1 a 6, più è bassa la priorità e più sarà veloce un'azione.
Le azioni che si possono intraprendere sono movimento, assalto, imboscata, fuoco mirato e fuoco di copertura, attraverso le azioni e le priorità si avrà una scaletta di azioni che si susseguono fintanto che tutte le unità in campo non avranno fatto il loro dovere.
Grazie a questo sistema è molto difficile individuare chi avrà la meglio in campo in quanto la casualità e la strategia, oltre alla fortuna ai dadi saranno determinanti, con capovolgimenti di situazione nel momento meno atteso...
Per giocare sono necessarie le miniature! i classici soldatini di plastica! che molte mamme, quando il bimbo era grande, hanno buttato via e che oggi i ragazzi ormai parecchio grandi rimpiangono di brutto! poi serve un panno verde e alcuni elementi scenici, come alberi, case, rovine, muri ecc..il livello di dettaglio del vostro scenario può variare a seconda delle circostanze e del tempo che ci impiegate nel costruire tutto questo.
Ho visto scenari iper-complessi che avrebbero fatto impazzire architetti con partite noiosissime e giocatori astratti, mentre scenari improvvisati con sassi, pietre e libri come colline, ma partite da urlo con scene alla salvate il soldato rayan e sparatorie allucinanti.
Le migliori, come sempre, sono le vie di mezzo quindi con un po' di pazienza e un minimo di tempo si possono ottenere ottimi risultati e divertenti partite senza impazzire definitivamente e senza che vostra fidanzata vi odi troppo.





La mia attrezatura per il gioco, che prevede valigetta porta miniature , le regole, il metro, le carte ordini, penne fogli, una calcolatrice e dadi rigorosamente da 10 facce (che sono dentro la valigetta)

Seleziona una nazione per vedere le miniature pitturate.
Select a nation to view the miniature photo

CRONACA DI UNA PARTITA A OPERATION OVERLORD!

Agosto 1944. Gli americani con una piccola sezione di ricognizione stanno esplorando la zona di Verdun nei pressi della città di Metz, i Tedeschi si stanno riorganizzando e si temono scontri violenti nella zona!


Torna ai contenuti | Torna al menu